Pompe Monogiranti ad asse nudo

Impieghi principali

Queste pompe trovano vasto impiego sia in campo agricolo che industriale. Servono infatti per impianti di irrigazione, per approvvigionamento d’acqua negli acquedotti e nelle industrie per il convogliamento di liquidi in genere sotto pressione.Sono particolarmente indicate per accoppiamento diretto a motori Diesel veloci ed elettrici a 2 poli.

Costruzione

Parte idraulica del tipo centrifuga ad asse orizzontale con una sola girante. Bocche flangiate secondo norme UNI PN10, quella aspirante posta assialmente e quella premente radialmente con la possibilità di essere ruotata. La girante, del tipo radiale chiuso, è equilibrata dinamicamente e idraulicamente. La tenuta è a baderna con flangia registrabile, l’albero in corrispondenza di essa protetto da un riporto di cromo duro. Al supporto, ampiamente dimensionato, è affidata la sopportazione della parte rotante e idraulica. L’albero pompa è sostenuto da due cuscinetti a sfere ampiamente dimensionati e molto distanti fra di loro in modo da assicurare una giusta ripartizione dei carichi assiali e radiali. La lubrificazione dei cuscinetti è a olio con controllo del livello mediante apposita asta.

Limiti d’impiego

Liquidi pompati: Liquidi che non sono chimicamente aggressivi per i materiali che compongono la pompa. Max. contenuto di sostanze solide in sospensione 40 gr/m³ della durezza e granulometria del limo. Max. temperatura del liquido pompato 80 °C. Temperatura ambiente: max 50 °C. Pressione max. di esercizio 1,2 volte la pressione max di funzionamento.

Tolleranze

Le caratteristiche di lavoro riportate sul catalogo sono state ottenute usando acqua a 15 °C. ad una pressione atmosferica di 1 bar e sono garantite secondo le norme ISO.